Refitting

Verniciatura di una barca

Refitting Un restauro sapiente, una complessa manutenzione straordinaria, un refitting totale richiedono spesso un investimento significativo ma per molte imbarcazioni possono determinare il nuovo valore, la nuova vita. Sapere quando e come intervenire, e soprattutto con quale struttura, è un fattore vitale.
Il cantiere è in grado di offrire diverse soluzioni andando incontro alle diverse esigenze dell’armatore. L’imbarcazione viene preventivamente sottoposta ad un check-up gratuito che comprende l’impianto idraulico, elettrico, meccanico, cuscineria, scafo, carena, eliche, boccole, assi e zinchi.
Il cliente poi valuta.Il ciclo di verniciatura di una barca non può essere improvvisato, ma deve basarsi su un’esatta combinazione di primer, fondi, stucchi e smalti, selezionando i prodotti “giusti” per avere la giusta protezione e brillantezza, ma anche una buona resa.
L'intero ciclo di verniciatura deve assicurare la massima protezione dello scafo da agenti quali salsedine, raggi UV, calore, umidità, micro-organismi, incrostazioni, ruggine e molto altro, oltre a conferire alla barca la piacevolezza estetica data da colori brillanti e superfici omogenee.

Il ciclo di pitturazione è costituito da vari strati sovrapposti di differenti prodotti che, unendo le loro specifiche proprietà, creano una protezione e un risultato estetico efficaci e duraturi. Il primo step dopo la carteggiatura e lo sgrassaggio dello scafo è l'applicazione del primer, che crea una prima protezione e prepara la superficie per le successive applicazioni. Su gelcoat e vetroresina il primer svolge una funzione di "ancorante" per la base e la successiva finitura.

Refitting Refitting Refitting Refitting

 La funzione dei fondi, applicati dopo il primer, è invece quella di dare impermeabilità e creare una base protettiva di un certo spessore su cui, una volta carteggiata, applicare gli smalti di finitura. Gli stucchi servono a livellare le irregolarità di costruzione o a porre rimedio a danneggiamenti dovuti a corrosione, distacchi della vernice, sbucciature e urti. Lo stucco viene applicato tra una mano e l'altra di fondo e possiede doti di impermeabilità e facile carteggiabilità. Infine gli smalti, ovvero la finitura finale si applica sull'opera morta (fiancate e coperta).
Oltre alla brillantezza del colore e alle proprietà estetiche, gli smalti devono essere resistenti all'abrasione, elastici e facilmente applicabili, oltre ad avere una buona resa. Vi sono poi le vernici trasparenti, utilizzate per dar risalto al legno e proteggerlo nel tempo.

Refitting Refitting Refitting Refitting

Tutte le fasi del ciclo di verniciatura hanno dunque un'importanza cruciale, e la finitura con gli smalti è solo l'ultimo step: le fasi di preparazione della superficie prima dell'applicazione dello smalto rappresentano infatti circa l’80% del tempo complessivo di lavorazione. 

Refitting La lucidatura completa il ciclo con l’applicazione di cere protettive che risaltano maggiormente la brillantezza dello smalto. La costante manutenzione ordinaria dello scafo aiuta a preservare la brillantezza delle vernici intaccate dalla salsadine e dai raggi UV.

A fare la differenza è dunque il ciclo nel suo insieme oltre alle caratteristiche peculiari di ogni singolo prodotto. Il servizio, il know how e l’esperienza quarantennale del Cantiere hanno fatto dell’azienda il suo punto forte a soddisfazione dei Clienti. 

 
 
 
 

Trattamento coperta Teak

Refitting Il teak è un materiale fantastico ma bisogna averne buona cura, strutturalmente è composto da un'alternanza di fibre morbide e dure per cui è importante non sfregare nel senso delle venature con la spazzola, questo porterebbe a grattare via le fibre morbide e a evidenziare quelle dure, molti ponti presentano questo difetto percepibile al tatto proprio per una manutenzione sbagliata.

Una coperta in teak rende maggior fascino e prestigio alle barche, purchè il teak sia ben mantenuto, pulito e curato. Per questo il lavaggio va sempre effettuato con un detersivo a PH neutro e il teak trattato con miscele di olii e resine di legno che ridanno vitalità e colore al legno.

 

Refitting Per chi ha necessità invece di fare manutenzione straordinaria alla propria coperta in teak massello, come ad esempio eliminare la vecchia gomma tra le doghe, affondare e rigommare i comenti, chiudere le teste delle viti, ecc ecc, il Cantiere Navale Incorvaia mette a disposizione la professionalità e l’esperienza maturata e tramandata dal fondatore Paolo incorvaia, maestro d’ascia da oltre 60 anni, ridando all’imbarcazione il suo fascino originario.